Comune di Quintano


Menù generale



Contatti del Comune

Linea diretta

Comune di Quintano

Via IV Novembre, 32

26017 Quintano (CR)

Tel. 0373/71013

Fax 0373/71039

Posta elettronica istituzionale

Posta elettronica certificata

Fatturazione elettronica

Ente:
Comune di Quintano

Codice univoco ufficio:
UFXKLH

Nome ufficio:
Uff_eFatturaPA

Dove trovo l'Iban per effettuare un bonifico?

Area riservata

Area riservata


   



Contenuto

Mensa scolastica: chiarezza e veritā

A tutti i cittadini di Quintano e Pieranica,
negli ultimi giorni, sono circolate notizie in merito alla mensa della Scuola Primaria di Pieranica/Quintano. Le amministrazioni comunali qui di seguito proveranno a fare un po’ di chiarezza, esponendo il corretto svolgimento dei fatti.

Un po' di storia

Nel mese di giugno, come ogni anno da quando è stato attivato il servizio mensa, le due amministrazioni hanno convocato una riunione alla quale sono stati invitati a partecipare tutti i genitori interessati a usufruire della mensa per il successivo anno scolastico dei figli.

In questo incontro, alcune mamme hanno presentato una proposta per una nuova gestione della mensa: una gestione privatistica, dove sarebbero dovuti essere i genitori a gestire integralmente la proposta. Il motivo di questa mobilitazione è da queste mamme individuato nel costo del servizio, che ritengono troppo alto, e nella qualità del cibo elargito (scadente, secondo loro, anche se durante l’anno scolastico passato, le amministrazioni non avevano registrato alcuna lamentela al riguardo).

Si viene a sapere, indirettamente, che il suddetto comitato ha compiuto una ricerca di mercato confrontando il servizio mensa di Pieranica/Quintano con quello proposto da altre cooperative. L'esito della ricerca sarebbe stato negativo rispetto alla situazione in corso: cooperative diverse da quella da cui ci riforniamo hanno preventivato un costo maggiore e, addirittura, alcune di esse non sarebbero neanche disposte ad accettare l'impiego per il numero troppo esiguo di clienti.

A questo punto, viene presentato alle amministrazioni un menù vegetariano elargito dal produttore Radice Quadra di Pieranica. Tale menù viene prontamente fatto analizzare alla ATS (questo è un passaggio obbligatorio), che lo boccia perché non conforme agli standard necessari a un menù per bambini!

Facciamo presente questo risultato al vertice del comitato (un gruppo di 3/4 mamme), il quale ci fa un’ulteriore proposta preventivamente vagliata con il comune di Trescore Cremasco: usufruire della mensa della Scuola Primaria di Trescore, utilizzando per il trasporto dei bambini lo scuolabus.

Facciamo subito presente al comitato che:

  1. il fornitore della mensa di Trescore è lo stesso di Pieranica/Quintano;
  2. lo scuolabus non è a uso esclusivo dei bambini delle elementari ma viene utilizzato anche per i trasporti dei ragazzi delle medie: non ci sono i tempi tecnici per ipotizzare questa soluzione.

Infine, l’ultima notizia che ci perviene dal comitato è di pochi giorni fa: nei locali dell’oratorio di Quintano verrà istituita una mensa privata, il cui gestore sarà Radice Quadra e la cui organizzazione e responsabilità sarà interamente attribuite ai genitori.

Alcune considerazioni

Rendiamo noto che gli enti pubblici, quali noi siamo, non possono agire con la stessa libertà dei privati!

Esistono responsabilità oggettive (e quando non sono stabilite dalla morale sono stabilite dalla legge), alle quali devono per forza attenersi. Il menù dei pasti deve essere conformato a delle precise indicazioni nutrizionali, il luogo deve essere una struttura rispondente a precisi requisiti di sicurezza, il personale deve essere titolato a svolgere le funzioni indicate, sono richieste e devono essere contratte polizze assicurative, ecc…

Il non agire in questo modo rende gli enti passibili di denunce o sanzioni. Il privato invece talvolta non è sottoposto a tali vincoli, talvolta vuole correre qualche rischio con la legge.

Precisiamo qui anche che l’uso dello scuolabus è per i soli residenti nei comuni di Pieranica e di Quintano e che non può essere utilizzato, previa autorizzazione dei due comuni, per scopi non conformi a iniziative organizzate dai comuni o patrocinati dagli stessi.

Conclusioni

Le amministrazioni presenteranno i servizi (mensa, spazio compiti, ecc...) come i passati anni scolastici con tutte le garanzie e sicurezze previste dalle normative in atto e al prezzo più basso possibile (non andando a scapito della qualità, considerando che il costo è di 4€ il pasto 1€ vettovagliamento se effettivamente consumato e 2,50€ l’operatore) che si trova sul mercato. Con l'unico prerequisito del raggiungimento di almeno 8/10 presenze mensili.

Le amministrazioni sono sempre e comunque disponibili a un confronto civile e democratico, come dimostrato in passato. Le porte dei comuni sono sempre aperte.

L’aspetto che più ci interessa garantire è il rispetto di regole e norme che disciplinano rigidamente gli interventi relativi ai bambini, per il bene di loro stessi.

Si coglie l’occasione per sottolineare che le attuali amministrazioni sono onorate del ruolo che ricoprono. E che negli anni hanno cercato di effettuare interventi in favore dei bambini e delle famiglie. Si ricordano:

  • la mensa;
  • lo spazio compiti – la biblioteca;
  • il Piercamp - Pieranica;
  • Mini grest - Quintano;
  • escursioni e interventi vari.

Tutti questi servizi che richiedono tempo e organizzazione sono stati erogati nei confronti dei bambini della Scuola dell’Infanzia e di quella Primaria di Pieranica e Quintano. (Significa che, magari, un po' ci teniamo).

13 Settembre 2017

Il Sindaco di Pieranica, Valter Raimondi
Il Sindaco di Quintano, Emi Zecchini

Allegati

| | 75 letture

Indietro


Modulo per ricerche

Cerca nel sito...